Blues di mezz’autunno

Blues_di_mezz'autunnoA Ottobre del 2013, lo scrittore e biologo Santo Piazzese (nato nel 1948 a Palermo) ha pubblicato il suo quarto romanzo, Blues di mezz’autunno (Mid-Autumn Blues) (Sellerio). Anche se non siamo esattamente in autunno, ogni stagione è buona per parlare dei libri di Piazzese. Perché? Tanto per cominciare, i suoi tre romanzi noir il cui protagonista è il biologo Lorenzo La Marca, che sono stati ripubblicati nel 2009 nella Trilogia di Palermo (Palermo Trilogy), rappresentano alcuni degli scritti contemporanei più belli che l’Italia ha da offrire. Inoltre, i fan hanno aspettato ben undici lunghi anni per metter mano su questo libro.

Quando venne messo sotto pressione dai lettori e dalla critica per un quarto noir con La Marca, Piazzese confessò che non poteva in buona coscienza continuare a far inciampare La Marca su cadaveri a Palermo, quando lui stesso ci aveva vissuto tutta la sua vita senza mai scoprirne uno. Così in Blues di mezz’autunno non vi è cadavere. Piazzese si allontana invece dal suo caratteristico stile “noir mediterraneo” adottando una pura narrativa mediterranea. Il suo punto di partenza è “L’estate di San Martino”, un racconto che ha scritto per un editore francese, e che la defunta Elvira Sellerio riteneva degno di elaborazione.

SINTESI
Nelle prime pagine di Blues di mezz’autunno, La Marca incontra una vecchia conoscenza universitaria ad un workshop professionale a Erice, in Sicilia. Questo incontro casuale fa si che La Marca ripensi alle sue avventure avute durante le ricerche per la tesi, quando era studente di secondo anno sulla costa siciliana. Tuttavia i suoi ricordi sono dolceamari. Mentre ripensa con affetto alle persone incontrate sul peschereccio Santa Ninfa sull’isola “La Spada dei Turchi (The Sword of the Turks)”, ricorda con un “blues da mezz’autunno (a mid-autumn blues)” un evento verificatosi al Bar Edelveiss tra gli isolani, soprannominato “gli stravaganti (the eccentrics)”—evento che fu fondamentale per la sua maturazione.

LINGUAGGIO
Anche se il genere degli scritti di Piazzese è cambiato, il suo linguaggio è ancora lo stesso. I lettori troveranno la prosa colta, tinta di (spesso divertente) ironia caratteristica dell’autore; e i linguisti come me avranno l’imbarazzo della scelta in termini di varietà di linguaggio da considerare. In tipico stile Piazzese, il testo contiene una ricca miscela di italiano neostandard segnato da influenze regionali e dialettali, nonché di lingue straniere.

ANGLICISMI
push-up
“E deve pure portare le mutande push-up,” disse Alessandra.
(“And he probably also wears push-up underwear,” Alessandra said.)

APPROSSIMAZIONI
euroinglisc (Ing. Euro-English; Ital. euro-inglese)
Parlavano l’euroinglisc standard dei loro coetanei di tutta l’Europa.
(They spoke the standard Euro-English of their contemporaries in all of Europe.)

DIALETTO
picchì cu nasci tunnu ’un po mòriri quatratu (Palermo)
pirchì cu nasci tunnu ’un poti murìri quadratu (Messina e Porto Zanca)
perché chi nasce tondo non può morire quadrato (Italian)
because he who is born round can’t die square (Inglese)

GERGO
mammasantissima (Ing. letterale ‘extremely holy mamma‘ usato tipicamente per riferirsi ai capi dei capi della Mafia Siciliana o della Camorra Napoletana).
Un caso di wishful thinking, lo definirebbero oggi certi infallibili mammasantissima bocconiani.
(A case of wishful thinking, as certain infallible Bocconian bosses of bosses would define it today.)

UNIONE CON TRATTINO
sono-Simonetta-buonasera (Ing. I’m-Simonetta-good-evening)
Ero stato testimone auditivo di una sua epica performans, una volta, all’inizio della sua crociata contro il Nord, quando gli era capitato di prendere la chiamata di un tale “sono-Simonetta-buonasera”, che esercitava con entusiasmo la tentata vendita telefonica di prodotti enogastronomici padani.
(I had been an auditory witness to one of his epic performances, once, at the beginning of his crusade against the North when he had happened to take the call of a certain “I’m-Simonetta-good-evening,” who enthusiastically exercised the attempted telephone sale of gourmet products from the Po Valley.)

NEOLOGISMI
piccì (parola formata pronunciando le iniziali PC del Partito Comunista)
“A voi intellettuali idealisti i piccì vi considera solo degli utili idioti,” si era avventurato a dire, Angelini, a un certo punto.
(“You idealist intellectuals, the PC considers you only useful idiots,” Angelini had ventured to say at a certain point.)

SUFFISSI
sessantottista (Ing. sixty-eightist; si riferisce ai membri del movimento sociale e politico Italiano del 1968)
Ce l’aveva sopra tutto con me, in quanto sessantottista, diceva lui.
(He was mad above all at me, since I was a sixty-eightist, he said.)

REGIONALISMI
bbabbiare (Sic. bbabbiari; Ital. scherzare; Ing. to joke)
Beato te che hai sempre la voglia di bbabbiare.
(Lucky you because you always feel like joking.)

GIOCHI DI PAROLE (in inglese)
betting/petting
Aveva fatto di tutto per convincermi a giocare in società con lui, ma io gli avevo detto che al betting avevo sempre preferito il petting.
(He tried everything to convince me to gamble with him, but I told him that I had always preferred petting to betting.)

OSSERVAZIONI CONCLUSIVE
Anche se alcuni lettori lamenteranno sicuramente la mancanza di contenuto, cioè il cadavere, altri come me saranno conquistati dallo stile narrativo magistrale di Piazzese, a prescindere dal genere che sceglie di scrivere. E in quanto residente di Austin, Texas, non posso dirvi quanto è stato emozionante veder menzionata la mia città natale in Blues di mezz’autunno, anche se era in riferimento a un biofisico con una fissazione per gli atomi del rame, invece che di una linguista con la passione per la lingua e la letteratura italiana.

IN TRADUZIONE
Sebbene il lavoro di Piazzese sia stato tradotto in francese e tedesco, non esistono ad oggi traduzioni inglesi. Onestamente, se gli editori anglofoni non correggono presto questa grave omissione, sarò costretta a licenziarmi e pensarci io stessa.

NOTA
Assicuratevi di leggere il mio post sul primo romanzo della serie Lorenzo La Marca, I delitti di via Medina-Sidonia (The Crimes of Via Medina-Sidonia), così come la mia intervista con Santo Piazzese. Credetemi quando vi dico che non potete perdervi la foto che mi ha dato per il post!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *